Logo ADI Toscana  
Logo ADI Toscana
 
ADI Toscana ADI News   ADI Members   ADI Services   ADI Awards   ADI Resources
   
ADI News     Calendario Incontri ADI  |  Eventi  |  Concorsi  |  News  |  Contributi  |  Newsletter
Ulteriori documenti, servizi ed informazioni sono disponibili nell'AREA RISERVATA SOCI 
 

 

 
 
 
vai al web dell'ADI Nazionale
 
no_image

  26/05/2014
Carrara Marmotec 2014 | Marble Architectural Awards - MAA 2014
 21-24 maggio 2014 | Carrara






Dal 21 al 24 maggio sono stati presenti a CarraraFiere 222 espositori (35 esteri da 11 paesi) all'evento che proponevail meglio della pietra naturale assieme a tecnologie, innovazione e servizi. Ricco il programma di mostre, convegni e conferenze con record di delegazioni, operatori e architetti da 40 paesi, tra cui anche la regione cinese di Yunfu che ha partecipato ufficialmente alla fiera.

CarraraMarmotec 2014 si è presentato sul palcoscenico internazionale con 220 espositori diretti (fra i quali 35 esteri provenienti da undici paesi) su una superficie di trentamila metri quadrati creando un grande evento per la promozione commerciale e tecnica di marmi e graniti, tecnologie e servizi con il coinvolgimento delle aziende e dei distretti italiani che scavano e trasformano pietra naturale e contribuiscono a fare del settore un protagonista dell'economia nazionale.

Nel 2013, infatti, l’Italia ha esportato 4.271.962 di tonnellate di materiali lapidei (marmi e graniti, travertini e pietre, grezzi e lavorati) per un valore complessivo di 1.932.320.029 euro, con una crescita in quantità del +2,24% e un aumento del +6,73% in valore generando unsaldo commerciale attivo di oltre 1,5 miliardi di euro confermando il trend positivo che si è consolidato da alcuni anni. Sono numeri che contribuiscono a creare uno scenario favorevole a livello internazionale anche se il mercato interno non mostra segni di inversione di tendenza, e Marmotec, con il numero e la qualità degli espositori e dei visitatori è un appuntamento importante per comprendere le tendenze dei mercati e dell'uso dei materiali anche attraverso i contributi di convegni e approfondimenti che costituiscono uno degli elementi che la caratterizzano.

«I nostri espositori dimostrano, con la qualità della loro partecipazione, che le aziende del settore sono impegnate attivamente nella ricerca e valorizzazione dei materiali ma anche nella ricerca e nell’innovazione per migliorare l’intero ciclo produttivo e mantenere competitività sui mercati. Per le aziende è una scelta strategica che porta ad una forte presenza di materiali nuovi e tecnologie innovative contribuendo ad elevare la specializzazione della nostra fiera come momento commerciale ma anche di confronto tecnico. Il panorama che si annuncia è di estremo interesse – ha detto il presidente di CarraraFiere, Fabio Felici – perché riscontriamo, assieme ad un alto livello qualitativo e a un grande impegno anche nel proporre allestimenti e ambientazioni che valorizzano la pietra, anche un forte interesse degli operatori e dei professionisti stranieri che contribuiranno, con la loro presenza e con le attività commerciali che svolgeranno in fiera a sostenere un trend positivo per l’export che attendo segnali importanti anche dal comparto nazionale dell’edilizia. Da CarraraMarmotec – ha concluso Felici - emerge un dato chiaro: le aziende hanno lavorato e investito anche in un periodo difficile e la loro partecipazione è il miglior segnale di fiducia che deve essere compreso e sostenuto nel modo migliore».

Fra le presenze ufficiali spiccava una collettiva di aziende cinesi della provincia di Yunfu con marmi, tecnologie e materiali d'uso oltre alla partecipazione dello stato indiano del Guyarat, dei distretti italiani come quello di Verbania e una partecipazione di aziende di Massa Carrara coordinate dalla Camera di Commercio.

L’impatto di CarraraMarmotec sul settore si è potuto misurare anche dal numero e dalla qualità delle delegazioni ufficiali organizzate e coordinate da Enti, associazioni e organismi diversi come ICE, Toscana Promozione, Camere di Commercio di Lucca e Massa Carrara ma anche di UNICREDIT.

Fra le delegazioni più significative e numerose quella coordinata da Toscana Promozione che era composta da gruppi di operatori che venivano da Algeria, Angola, Egitto, Kuwait, Oman, Saudi Arabia, Tunisia, Brasile, India, Russia, Emirati Arabi, Ucraina, USA, Etiopia, Grecia, Svizzera ma anche da, Egitto, Palestina, Portogallo, Spagna, Tunisia, Turchia mentre ICE Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane ha coordinato la presenza di gruppi che venivano da paesi come Kazakistan, Azerbaijan, Qatar, Emirati Arabi Uniti, Oman, USA, Messico, India e, con l’area «beni strumentali» aziende interessate alle tecnologie che provenivano da Marocco, Algeria, Tunisia, Giordania, Palestina, Arabia Saudita, Turchia, Ucraina. Impegnate nell’organizzare visite di delegazioni anche UNICREDIT che aveva invitato gruppi di operatori da Russia e Polonia mentre le Camere di Commercio di Massa Carrara e di Lucca hanno curato incoming e missioni di architetti e operatori che rappresentano selezionatissimi studi e aziende di paesi al top nell’impiego di marmi.

«La fiera è la conclusione di un lungo lavoro che ci ha portato nelle fiere specializzate in tutto il mondo per presentare il nostro evento – ha detto fra l’altro Paris Mazzanti, direttore di CarraraFiere fornendo ulteriori dettagli tecnici e organizzativi – ma anche per aprire il dialogo con nuovi partner sia fra le associazioni e le istituzioni sia con le aziende che hanno nel distretto toscano del marmo il partner di riferimento. È molto evidente, e lo riscontriamo anche dai convegni che si svolgeranno in fiera, l’interesse e la partecipazione degli operatori dell’area mediterranea che hanno in Carrara e nelle sue aziende un riferimento consolidato e questo apre scenari nuovi e interessanti. Ma voglio anche sottolineare – ha aggiunto Mazzanti – la partecipazione, al gran completo, delle aziende del settore delle tecnologie che rappresentano un segnale di fiducia nella ripresa degli investimenti fondamentali per rinnovare le aziende e rilanciare la loro competitività».

Protagonisti di CarraraMarmotec sono stati marmi, graniti, pietre, travertini di tutto il mondo con tanti nuovi materiali e altri già ben conosciuti provenienti da paesi come Cina, Francia, Iran, Germania, Egitto, Grecia, Portogallo, Belgio, Vietnam, India, Pachistan, Francia, Iran, Polonia e Turchia solo per citare alcune delle presenze più significative che hanno dato vita vita a un vero showroom di materiali grezzi e lavorati, tecnologie e servizi in pratica della pietra e delle sue «eccellenze» che si connette con il distretto toscano che è, da sempre, il riferimento internazionale della pietra naturale e che si integra con le aziende della tecnologia e della «meccanica del marmo». Le aziende toscane sono state presenti con circa 100 espositori fra i quali 40 del settore tecnologie e utensili.

Ha destato grande interesse fra i visitatori stranieri l'Innovation Corner, una vera novità per il comparto, che CarraraFiere ha organizzato per valorizzare le novità nel campo dell'innovazione per le macchine e i sistemi di estrazione e trasformazione del marmo, temi che sono stati affrontati anche nell'ambito di un fittissimo calendario di appuntamenti che, come è tradizione consolidata, hanno coinvolto tutti gli aspetti del comparto lapideo nazionale e internazionale.

Di seguito si segnalano nel programma ufficiale tante iniziative tecniche e scientifiche di assoluto valore.

Mercoledì 21 maggio, dopo l’inaugurazione ufficiale, alle 11.00, nell’area del Centro servizi, alle 15.00 era in programma (Sala Centro Direzionale) l’incontro su Il valore dei distretti lapidei per l'economia nazionale, curato da Internazionale Marmi e Macchine e Confindustria Marmomacchine con CNR, GEI (Gruppo economisti d'Impresa).

Giovedì 22 maggio si è aperto alle 10.30 (sala Marmoteca) con La sicurezza dal progetto alla gestione delle cave di pietre naturali il convegno scientifico curato da ANIM (Associazione Italiana Ingegneri Minerari). Alle 10.00 nella sala Michelangelo l’evento Dare valore al nostro lavoro - Presentazione del CPNL (Comitato paritetico Nazionale Lapideo) Europeo a cura di: ANEPLA, Confindustria Marmomacchine, FENEAL UIL, FILCA CISL, FILLEA CGIL per definire strategie che diano maggiore visibilità al lavoro e all'attività del comparto lapideo. Alle 14.30 si è tenuta una riunione per le Associazioni di categoria dei Paesi del Mediterraneo organizzata da IMM e Confindustria Marmomacchine per un confronto su politiche e strategie comuni.

Venerdì 23 maggio alle 9.30 (Sala Centro Direzionale) si è tenuta la presentazione dei risultati del Progetto RECYSLURRY per la valorizzazione e riciclo degli sfridi prodotti durante la lavorazione delle pietre naturali, curata da IMM Carrara. Sono state illustrate le best practice in uso nei differenti distretti lapidei europei ma anche gli aspetti innovativi dell'impianto pilota di trattamento messo a punto durante il progetto e saranno affrontati anche i temi della sostenibilità della pietra naturale e della sua competitività come materiale da costruzione.

Fra gli eventi più attesi la presentazione del volume Stone Sector 2014 la pubblicazione che raccoglieva le statistiche e le riflessioni sull’andamento dell’interscambio mondiale dei lapidei curato da IMM con la collaborazione di ICE (Agenzia per la promozione all'estero e per l'internazionalizzazione delle imprese italiane) nella sala Marmoteca con inizio alle 10.30.

Alle 14.30 nella sala del Centro Direzionale La pietra nel mediterraneo/Mediterranean Stone - 1a convention delle associazioni lapidee del Mediterraneo curata da IMM e Confindustria Marmomacchine, l’incontro pubblico per presentare i risultati di round-tables tematici tra le associazioni lapidee del mediterraneo per arrivare alla redazione di una strategia industriale che riflettesse le esigenze dei principali Paesi manifatturieri del settore nell'Area Mediterranea affrontando aspetti e problematiche dei principali paesi produttori e manifatturieri e della possibilità di definire politiche comuni a sostegno della Pietra del Mediterraneo finalizzate a tutelare il valore della materia prima.

Alle 14.30, come sempre nella sala Marmoteca si è tenuta la cerimonia di premiazione degli architetti vincitori dei Marble Architectural Awards - MAA 2014, premio internazionale dedicato ad architetti, progettisti e designer che abbiano utilizzato nelle loro opere materiali lapidei italiani o trasformati in Italia con presentazione dei lavori premiati e visita alla mostra che raccoglie grandi pannelli delle opere.

La giuria, composta da Fabio Felici, Arturo Giusti, Raimondo Lovati e Gian Luca Atena (insieme a Marcantonio Ragone curatore della segreteria tecnica e organizzativa del premio) al termine delle valutazioni ha attribuito:

Il primo premio nella sezione Rivestimenti Esterni a Hga Architects and Engineers (Arch. Joan Soranno) Minneapolis USA per il Lakewood Cemetery Garden Mausoleum (Minneapolis Usa). Fornitore italiano dei materiali lapidei utilizzati è Santucci Group Marble and Granite di Carrara; i materiali utilizzati sono Marmo Bianco Carrara e granito Cold Spring (Usa).

Nella sezione riservata agli “Interni” il primo premio è stato attribuito allo studio Aston Pereira and Associates di San Francisco Usa per il 135 Main Street, Building Lobby realizzato a San Francisco. Fornitore italiano dei materiali lapidei è Elle Marmi Srl di Carrara. I materiali utilizzati sono Golden Age Melange marmo proveniente dalla Grecia, Jura beige (calcare, Germania), Marmo Cremo Delicato (Italia), Yellow French, onice lavorato in Italia.

Nella sezione Arredo Urbano il primo premio è stato attribuito a Archetonic - Jacobo Micha Mizrahi di Mexico City per il manufatto Parallel Lives realizzato a Vera Cruz in Messico. Per realizzarlo sono stati utilizzati diversi materiali messicani: Clear Gray (Granito) Dark Gray (granito), Black volcanic stone (pietra del Messico), White Guerrero (marmo, Messico) e un granito indiano, l’Absolute Black.

La giuria ha anche segnalato per la qualità progettuale lo studio Lehrer Architects (Michael Lehrer) di Los Angeles per The Villa, realizzata a Santa Monica USA. Fornitore dei materiali lapidei è la ditta Bertozzi Felice (Fabrizio Rovai) di Pietrasanta.

Anche le Donne del Marmo che continuando la loro tradizione associativa si sono ritrovate a CarraraMarmotec con l’assemblea che si è svolta venerdì 23 (ore 15.30) nella sala del Consiglio di Amministrazione.

CarraraMarmotec è organizzata da CarraraFiere e promossa da IMM Internazionale Marmi e Macchine Carrara Spa con il supporto di Confindustria Marmomacchine e il patrocinio del Ministero dello Sviluppo Economico, ICE Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane, Regione Toscana, Toscana Promozione, Provincia di Massa-Carrara, Comune di Massa, Comune di Carrara, Associazione degli Industriali di Massa-Carrara, AIPI (Associazione Italiana Progettisti d'Interni), ed ha come sponsor bancari la Cassa di Risparmio di Carrara (Gruppo CARIGE) e la Cassa di Risparmio di Pistoia e della Lucchesia.



Carrara Marmotec 2014
21-24 maggio 2014 | Carrara
CarraraFiere Srl
viale Galilei 133 - 54033 Marina di Carrara (MS)
phone 0585 787963
fax 0585 787602
http://www.carraramarmotec.com



 
     

 
ADI News / Legenda


 Mostre/Concorsi







ADI :: via Bramante 29 - 20154 Milano | Delegazione Toscana: via Vittorio Emanuele 32 - 50041 Calenzano (FI) - info@aditoscana.it