Logo ADI Toscana  
Logo ADI Toscana
 
ADI Toscana ADI News   ADI Members   ADI Services   ADI Awards   ADI Resources
   
ADI News     Calendario Incontri ADI  |  Eventi  |  Concorsi  |  News  |  Contributi  |  Newsletter
Ulteriori documenti, servizi ed informazioni sono disponibili nell'AREA RISERVATA SOCI 
 

 

 
 
 
vai al web dell'ADI Nazionale
 
no_image

  26/01/2012
Design 2029. Ipotesi per il prossimo futuro
 Renato De Fusco






È in libreria un nuovo volume − il decimo − della collana che ADI pubblica con l'editore Franco Angeli. Come anticipato nel titolo, Design 2029. Ipotesi per il prossimo futuro è l'occasione (ottimistica e scaramantica) per Renato De Fusco di affrontare un tema di indagine che appare davvero «impossibile» in questi mesi di «recessione» ormai conclamata e che, sulle pagine del sito nazionale dell'ADI, viene ben sintetizzato nelle considerazioni di Dario Moretti che qui riportiamo integralmente.

«Come sarà il design tra vent’anni? Che cosa si progetterà, come si progetterà e – coerentemente con la prospettiva totale che da tempo De Fusco adotta nel suo discorso sul design – che cosa si venderà, a chi si venderà e come si venderà nel mondo degli oggetti?

«Al centro del nuovo saggio dello storico napoletano le ipotesi più probabili sulla fisionomia del design dei prossimi vent'anni: l'evoluzione della tendenza minimalista, l'accentuarsi del design come strumento di comunicazione, la persistente componente del kitsch e la pervasività (salvifica o deleteria?) del digitale e dell'informazione, la contrapposizione tra designer inventori e designer stilisti.

«E accanto ai designer ecco le ipotesi che riguardano gli utenti: l’edonista virtuoso e le sue scelte critiche, la pubblicità e il fascino dello styling; per chiudere con una riflessione priva di illusioni ma sensibile ai valori culturali delle teorie sui limiti dello sviluppo e sulla capacità del mercato di rinunciare allo spreco.

«La conclusione, dopo alcune pagine dedicate alla professione del designer e alle associazioni del settore, è una sintesi stringente: "O il design continua con lo snobismo, le pazzie post-radicali, il feticismo digitale, l'assunzione di tutto e di più, senza alcun riscontro con la sua cultura materiale, oppure è necessario ripensare seriamente a quel 'progetto moderno' rimasto un processo storico incompiuto". O forse ci si limiterà, pragmaticamente, a migliorare l’esistente…».


Fonte:
www.adi-design.org



INDEX

Introduzione
1. il design e la storia
2. La natura del design
3. Una nuova tassonomia
4. Il tipo-ideale quale metro di previsione
5. Le principali previsioni
6. Il mercato
7. Le tendenze del gusto
8. Il futuro sistema del lavoro
9. Le Associazioni per il design industriale
Appendice
Indice dei nomi




Renato De Fusco. è professore ordinario di Storia dell'architettura presso l'Università di Napoli Federico II. Dal 1964 dirige la rivista Op. cit. di selezione della critica d'arte contemporanea. Premio Inarch per la rivista nel 1967, premio Inarch alla carriera nel 2001. Fra le sue numerose pubblicazioni si ricordano: L'idea di architettura (1964, 2003); Storia dell'architettura contemporanea (1974, 1997); Storia del design (1985, 1997); Storia dell'arredamento (1985, 2004); Teorica di arredamento e design (2002); Architettura italo-europea (2005). (www.renatodefusco.it)


Renato De Fusco
Design 2029. Ipotesi per il prossimo futuro
Franco Angeli, Milano 2012
Collana ADI - Associazione per il Disegno Industriale
136 pp.
http://www.francoangeli.it

 IMAGE GALLERY 


Renato De Fusco, Design 2029. Ipotesi per il prossimo futuro, Collana ADI - Associazione per il Disegno Industriale, Franco Angeli, Milano 2012


 
     

 
ADI News / Legenda


 Libri







ADI :: via Bramante 29 - 20154 Milano | Delegazione Toscana: via Vittorio Emanuele 32 - 50041 Calenzano (FI) - info@aditoscana.it