Logo ADI Toscana  
Logo ADI Toscana
 
ADI Toscana ADI News   ADI Members   ADI Services   ADI Awards   ADI Resources
ADI Awards     Compasso d'Oro  |  ADI Index  |  Palmares Toscana  |  Premi e Concorsi con Patrocinio ADI
Ulteriori documenti, servizi ed informazioni sono disponibili nell'AREA RISERVATA SOCI 
 

 

 
 
 
vai al web dell'ADI Nazionale
 
  Nomination Toscana ADI Design Index 2014
ADI DESIGN INDEX 2014
ADI DESIGN INDEX 2014



I prodotti realizzati e/o progettati in Toscana che sono stati pubblicati sull'ADI Design Index 2014.
Il volume, pubblicato a cura dell'Osservatorio Permanente del Design ADI – la struttura di lavoro che monitora le attività produttive sull'intero territorio nazionale, segnalando le eccellenze degne di essere inserite nel volume – ospita 136+18 prodotti e servizi, articolati in 10+1 sezioni: Design per l'Abitare (44), Design per il Lavoro (12), Design per la Persona (16), Design per la Mobilità (10), Design per la Comunicazione (16), Design dei Materiali e Componenti (9), Design dei Servizi (5), Ricerca per l'Impresa (7), Ricerca teorico, storico, critica e Progetti editoriali (11) Design per il Sociale (7). La selezione dei progetti candidati alla Targa Giovani (18) chiude la raccolta dei lavori inseriti.
La pubblicazione nell'ADI Design Index costituisce a tutti gli effetti una preselezione – ovvero una nomination – in vista del successivo Premio Compasso d'Oro ADI, riconoscimento considerato il più prestigioso concorso italiano dedicato all'industrial design.

Si segnala inoltre che, a partire dal 2011, tutti i prodotti selezionati vengono pubblicati anche sul web www.adidesignindex.com/it

5MM
5MM



Rubinetto progettato da Emanuel Gargano e Marco Fagioli - OCO Architetture, Giampiero Castagnoli per Rubinetterie 3M


motivazione: Cinque millimetri è lo spessore costante attraverso il quale avvengono il passaggio interno dell’acqua, le dinamiche di miscelazione e la fuoriuscita dal rubinetto. La caratteristica principale di 5MM è proprio la sottile sezione mantenuta costante in tutte le componenti, anche nelle le leve di comando, e in ciascuna versione della serie. Si tratta di una tecnologia studiata per proporre un’estetica innovativa e, al contempo, il risparmio idrico, che ha consentito di ottenere un prodotto dall’aspetto leggero e dalla effettiva eco-sostenibilità. È realizzato completamente in acciaio inox satinato (assente qualsiasi traccia di piombo, cromo e nichel) ed è disponibile nella versione da piano e in quella a parete.
Chamera di Percezione - Raffaello
Chamera di Percezione - Raffaello



Mostra multimediale e multimodale progettata da Perla Gianni per CNRS (French National Center for Scientific Research) MAP, Marseille, CNR ITABC (Consignio Nazionale per le Ricerche, Istituto di Tecnologie Applicate ai Beni Culturali), Roma


motivazione: Un viaggio virtuale nell’opera di Raffaello attraverso una scatola magica, tridimensionale, per seguire le fasi del lavoro di restauro del dipinto “La Madonna del Cardellino”. È questa “Chamera di Percezione”, presentata al Digital Heritage Expo sotto il patronato dell’UNESCO, durante Digital Heritage-International Congress, al MUCEM (Museo delle Civiltà d’Europa e del Mediterraneo) di Marsiglia, capitale europea della cultura 2013. Uno spazio dove vengono proiettate immagini su schermi di grande formato in alta definizione, per offrire diversi percorsi di lettura dell'opera in un set immersivo con pavimento e soffitto a specchio e sonorizzato da una musica contemporanea, appositamente composta. Il progetto è essenzialmente orientato verso due obiettivi: favorire una migliore connessione tra visitatore e opera d'arte e definire un protocollo per valutare questa relazione sul piano fisico e cognitivo in un ambiente virtuale. L'allestimento, una sorta di ipercubo, favorisce la relazione fenomenologica e diviene il terreno per continuare la ricerca sugli effetti psico-fisiologici di questa esperienza.
Dragonfly
Dragonfly



Sedia cantilever progettata da Odoardo Fioravanti Design Studio per Segis


motivazione: Una famiglia di sedute che si adatta a vari ambienti, Dragonfly attira l’attenzione con il suo aspetto zoomorfo, ispirato dalle forme della libellula: la sedia, come il singolare animaletto, ha il corpo sbilanciato con le gambe innestate nella parte anteriore che sorreggono l’allungamento all’indietro del sedile. Una cantilever che appare, al primo sguardo, come un impossibile gioco di equilibrio tridimensionale, ma stupisce appena ci si accomoda per la resistenza e la stabilità che dimostra. La forza dinamica suggerita dalla struttura in tubi d'acciaio curvati e saldati è accentuata dalla formatura a lamelle della scocca. Una forma realizzata in polipropilene stampato a iniezione e caricato con fibra di vetro, che rimanda al mondo dell’automotive. Il guscio è stato abbinato a basi, materiali e finiture diverse, in modo da costruire un vero e proprio sistema capace di soddisfare diverse esigenze di utilizzo, ottenendo risultati che coniugano estetica e performance.
Idintos
Idintos



Aereo anfibio ultraleggero progettato da Aldo Frediani (capo progetto), Biagio Cisotti, Max Pinucci (coordinatori ISIA - Firenze), Riccardo Rossi (EDI Progetti) per Università degli Studi di Pisa - Dipartimento di Ingegneria Aerospaziale


motivazione: Frutto di un progetto di ricerca condotto dalla sezione Aereospaziale del Dipartimento di Ingegneria Civile e Industriale dell’Università di Pisa e co-finanziato dalla Regione Toscana, Idintos è un aereo anfibio ultraleggero che presenta come caratteristica altamente innovativa la configurazione alare PrandtlPlane, in grado di aumentare l'efficienza aerodinamica e di ridurre i consumi. Gli studi hanno dimostrato che, grazie al suo assetto alare anti-stallo, viene migliorata la sicurezza in volo e moderata la velocità nelle fasi dell'atterraggio del velivolo, diminuendo, così, anche gli spazi di manovra.
Integra
Integra



Radiatore scalda saviette progettato da Paolo D'Arrigo per Caos


motivazione: Tre bracci orizzontali integrati nel corpo scaldante identificano Integra O. Tre rettangoli allungati disegnati sulla superficie che possono essere estratti per offrirsi come portasalviette. La perfetta complanarità tra gli elementi accessori e la piastra del radiatore consente di ottenere una estrema pulizia formale della superficie, che rende facile le operazioni di pulizia e, inoltre, fa aumentare l’efficienza termica del prodotto. I tre ganci estraibili sono, invece, disposti in verticale in Integra V, una versione pensata per ridurre la larghezza dell’elemento radiante così da consentire l’installazione in spazi ridotti. Questi “termoarredi” hanno finiture in molte varianti di colore, fra pannello e porta salviette, tono su tono o a contrasto, offrendo quindi un’ampia possibilità di personalizzazione, inoltre, l’attenzione è stata posta anche al ciclo di vita del prodotto composto da tre insiemi monomaterici (il frontale e i porta salviette in alluminio, il sistema scaldante in acciaio e il sistema di rotazione dei porta salviette in ottone) facilmente disassemblabili per essere riciclati separatamente.
Lucetta
Lucetta



Luce magnetica per bicicletta progettata da Emanuele Pizzolorusso per Palomar


motivazione: Due piccole luci magnetiche per la bicicletta, bianca per la parte anteriore, rossa per quella posteriore, che si attaccano con un semplice gesto nel punto preferito della due ruote e si accendono all’istante. Il fascio luminoso che proiettano è sufficientemente ampioper segnalare la presenza della bicicletta ai veicoli anche se la luce è inclinata verso il basso. Progettate per rimanere saldamente in posizione anche sulla strada più dissestata e per resistere alle intemperie, hanno tre modalità di funzionamento selezionabili: con un raggio lampeggiante costante, con uno lento oppure veloce. Una volta scesi dal mezzo, i piccoli apparecchi si possono rimuovere e attaccare tra loro per infilarli in tasca perché occupano poco spazio e stanno comodamente assieme agli altri oggetti personali di uso quotidiano. Un oggetto dall’aspetto friendly e pulito, che racconta bene la sua funzione di generatore di luce.
Monokini
Monokini



Imbarcazione a motore progettata da Francesco Paszkowski Design, Alberto Mancini Design, Baglietto per Baglietto


motivazione: Grandi finestrature, due terrazze laterali, i mobili custom made (espressamente disegnati dall'architetto d’interni per l'armatore), la domotica d’avanguardia e l’illuminazione studiata per integrare la luce artificiale con quella naturale in modo da creare giochi percettivi e atmosfere diverse: sono alcune delle caratteristiche innovative che fanno di Monokini una barca con personalità, capace di interpretare uno stile contemporaneo per vivere il mare. Performante, moderna nelle linee esterne slanciate tipiche delle costruzioni in alluminio caratteristiche del costruttore. All’interno un ambiente armonico e soft per un’atmosfera calma e rilassante, adatta ai luoghi dedicati al tempo libero e al riposo della mente, esperienza favorita dai colori tenui e dagli arredi armonici.
Piccolo Museo del Diario
Piccolo Museo del Diario



Museo multimediale, sensoriale e interattivo progettato da DotDotDot per Fondazione Archivio Diaristico Nazionale


motivazione: Un percorso multisensoriale e interattivo per il Piccolo Museo del Diario che conserva e rende consultabili oltre 6500 storie di persone comuni. Il progetto è per un museo vivo, un luogo dove provare un’esperienza immersiva e sinestesica, dove entrare in contatto con pagine scritte che si fanno segno, suono e racconto. Diari, epistolari e memorie autobiografiche appaiono in videoproiezioni dinamiche sulle superfici del grande archivio di legno con scaffali, contenitori, cassetti di diverse dimensioni e materiali. La struttura cela al suo interno le tecnologie necessarie al funzionamento dell’installazione, i monitor per la visualizzazione dei diari, l’impianto audio per le voci narranti, il sistema sensoristico per consentire l’interazione, un microcontroller abbinato a un computer per la gestione del sistema. Ogni contenitore conserva un diario originale fisico, oppure la sua versione digitale, pronto a svelare una storia e a coinvolgere lo spettatore. Il progetto rispetta i vincoli di tutela del patrimonio, evita interventi invasivi di tipo impiantistico e strutturale, e, infine, risolve e amplia la fruibilità dei ridotti spazi messi a disposizione.
Vespa 946
Vespa 946



Scooter progettato da Marco Lambri - Centro Stile Piaggio per Piaggio & C.


motivazione: Lo stile e il design di Vespa rappresentano, dal 1946, lo scooter, ovvero, il tipo di motocicletta che ha significato, nel dopoguerra, la nuova libertà di movimento e di emancipazione. Vespa 946 è il nuovo capitolo della storia e, ripercorrendo le tracce storiche, fa omaggio al capostipite, il prototipo MP6, interpretando i tratti che ne hanno caratterizzato l’estetica. Il modello rappresenta la ricerca dello spirito di Vespa e, infatti, propone l’attualizzazione di quelle linee che l’hanno resa celebre e amata, senza però trascurare gli attuali bisogni in tema di sostenibilità e di basso impatto ambientale, oltre che nuove soluzioni tecnologiche avanzate: dal motore 125 cc a iniezione elettronica e distribuzione a 3 valvole, alla riduzione degli attriti e miglioramento della fluidodinamica, agli accorgimenti che consentono di abbattere sensibilmente consumi ed emissioni, garantendo le migliori prestazioni di categoria.
 
 
« precedente pagina | 01 | di 01 successiva »
 

 
ADI Awards / ADI Design Index


 ADI DESIGN INDEX 
Quali regole, come partecipare

 COSA È L'ADI DESIGN INDEX 

Presentazione del premio (. pdf)
 GENERALITA' 
L'ADI Design Index
 UNA PATRIMONIO QUALITATIVO 
Finalità dello strumento di selezione

 OSSERVATORIO PERMANENTE 
Attività dell'Osservatorio permanente

 TOSCANA ADI INDEX 2015 
Le nomination '15 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2014 
Le nomination '14 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2013 
Le nomination '13 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2012 
Le nomination '12 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2011 
Le nomination '11 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2010 
Le nomination '10 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2009 
Le nomination '09 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2008 
Le nomination '08 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2007 
Le nomination '07 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2006 
Le nomination '06 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2005 
Le nomination '05 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2004 
Le nomination '04 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2003 
Le nomination '03 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2002 
Le nomination '02 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2000 
Le nomination '00 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 1999 
Le prime nomination regionali per il biennio 1998-'99 nel volume a cura dell'Osservatorio permanente sul design italiano
ADI :: via Bramante 29 - 20154 Milano | Delegazione Toscana: via Vittorio Emanuele 32 - 50041 Calenzano (FI) - info@aditoscana.it