Logo ADI Toscana  
Logo ADI Toscana
 
ADI Toscana ADI News   ADI Members   ADI Services   ADI Awards   ADI Resources
ADI Awards     Compasso d'Oro  |  ADI Index  |  Palmares Toscana  |  Premi e Concorsi con Patrocinio ADI
Ulteriori documenti, servizi ed informazioni sono disponibili nell'AREA RISERVATA SOCI 
 

 

 
 
 
vai al web dell'ADI Nazionale
 
  Nomination Toscana ADI Design Index 2013
ADI DESIGN INDEX 2013
ADI DESIGN INDEX 2013



I prodotti realizzati e/o progettati in Toscana che sono stati pubblicati sull'ADI Design Index 2013.
Il volume, pubblicato a cura dell'Osservatorio Permanente del Design ADI – la struttura di lavoro che monitora le attività produttive sull'intero territorio nazionale, segnalando le eccellenze degne di essere inserite nel volume – ospita 153+17 prodotti e servizi (selezionati tra i 778 che si sono candidati), articolati in 10+1 sezioni: Design per l'Abitare (58), Design per l'Ambiente (13), Design per il Lavoro (14), Design per la Persona (9), Design dei Materiali e Componenti (15), Design dei Servizi (5), Ricerca per l'Impresa (4), Visual Design (8), Exhibition Design (12), Ricerca teorico, storico, critica e Progetti editoriali (12). La selezione dei progetti candidati alla Targa Giovani (17) chiude la raccolta dei lavori inseriti.
Ogni tre anni, fra i prodotti pubblicati negli ADI Design Index, una giuria appositamente nominata sceglie i prodotti selezionati e decreta quelli vincitori del Premio Compasso d'Oro ADI.
La pubblicazione nell'ADI Design Index costituisce quindi a tutti gli effetti una preselezione – ovvero una nomination – in vista del successivo Premio Compasso d'Oro ADI, riconoscimento considerato il più prestigioso concorso italiano dedicato all'industrial design.
Questa edizione – che dunque prosegue il triennio che porterà al XXIII Compasso d'Oro, previsto nel 2014 – corrisponde anche al secondo volume di un nuovo ciclo, che la Presidenza attuale di Luisa Bocchietto, coadiuvata da Giovanni Cutolo, Giovanna Talocci, Roberto Marcatti e Alessandro Sarfatti, ha inteso in continuità con quanto realizzato negli ultimi anni sotto il duplice mandato di Carlo Forcolini.
La Commissione di selezione finale è composta da: Maria Cristina Tommasini (coordinatrice), Gianni Arduini, Evelina Bazzo, Mia Pizzi e Alceo Serafini.

Si segnala inoltre che, a partire dal 2011, tutti i prodotti selezionati vengono pubblicati anche sul web www.adidesignindex.com/it

Mastro
Mastro



Tavolo smontabile progettato da Gumdesign per De Castelli


motivazione: L'idea del classico tavolo da lavoro da laboratorio artigiano – usualmente formato da due cavalletti di legno e da un ripiano grezzo di lamiera o di compensato – diventa la matrice di un progetto di tavolo versatile nell’utilizzo e nelle modalità di packaging, montaggio/smontaggio e immagazzinamento. Mastro è composto da due elementi ben distinti. Il ripiano è una lastra di acciaio, la cui immagine volutamente scabra è enfatizzata dalla finitura, disponibile nelle varianti ferro acidato o lamiera nera. Opportunamente piegato e sagomato a «C», il piano funge da incastro a vista per una coppia di cavalletti, formati da listelli in legno massello di abete naturale, reciprocamente fissati con un incastro a vista maschio-femmina. I cavalletti, all’occorrenza, possono essere facilmente sfilati e, grazie alla sezione trasversale quadrata, fatti scorrere orizzontalmente entro la scanalatura ricavata nella piegatura del piano, che si trasforma così in una «scatola» metallica, capace di accoglierli integralmente nella lunghezza. L’ingombro complessivo ne risulta tal modo ridotto al minimo, con grandi vantaggi in termini di trasporto e di stoccaggio del tavolo, che può essere riposto anche in spazi molto ridotti. La collezione si completa con la libreria e le panche, improntate alla medesima ispirazione progettuale.
Ergo
Ergo



Collezione di sanitari in ceramica progettata da Antonio Pascale per Galassia


motivazione: Un’attenta ricerca formale e un’originale interpretazione del rapporto forma-funzione costituiscono la base progettuale dell’ampia collezione di sanitari in ceramica Ergo. Il design si fonda su alcuni elementi compositivi cardine, che armonizzano l’immagine dei numerosi pezzi della gamma: le linee continue senza interruzioni dei sanitari, le forme arrotondate, gli angoli smussati e gli spessori sottili dei lavabi. Alle forme pure dei sanitari, definite dalla finitura bianca della ceramica, fanno da contrappunto le linee asimmetriche degli accessori in legno, trasversali alla collezione. Tra i diversi elementi della linea si segnala per originalità l’orinatoio, la cui impostazione progettuale stravolge l’interpretazione tipologica classica dei tradizionali modelli a colonna. Il sanitario deriva dalla forma di un comune wc a pavimento, cui viene fusa una vera e propria parete di schermo che si estende verso l’alto, formando un unico segno scultoreo e slanciato. L’immagine originale e totemica che ne scaturisce corrisponde a un evidente aumento della funzionalità e dell’igiene nell’utilizzo dell’orinatoio: caratteristica che lo rende particolarmente indicato per contesti pubblici a elevato flusso di persone.
Exelen
Exelen



Sistema di arredo per il bagno progettato da Buratti+Battiston Architects - Gabriele e Oscar Buratti per Antonio Lupi Design


motivazione: Il progetto del sistema modulare di arredi bagno Exelen è caratterizzato dalla ricerca della massima complementarietà e della reciproca integrazione tra i diversi elementi che ne fanno parte: lavabi, vasche e docce, mobili orizzontali e verticali, specchi e vetri. Dal punto di vista formale, Exelen si distingue per il contrasto fra i tratti rigorosi ed essenziali (tipici dei progetti dei fratelli Buratti) e la morbidezza di forme e volumi curvi e raccordati: tema accentuato dal dialogo tra gli elementi scavati e le parti in appoggio. La pulizia delle forme è sottolineata dai piani continui e del tutto privi di giunti. L’ambiente d’acqua di lavabi, vasche e docce è «riscaldato» dal fuoco di un camino a bioetanolo, incassato nei piani in Corian® termoformato (materiale caratteristico della tradizione Antonio Lupi Design). Pensato per bagni di tutte le ampiezze, il programma è arricchito da soluzioni speciali per ottimizzare lo spazio, come la sovrapposizione dei mobili sopra la vasca, sia in orizzontale sia in verticale. Innovativa anche la variante ad angolo, priva di interruzioni e installabile senza l’aggiunta di contenitori speciali o l’intervento di opere murarie aggiuntive. Prodotti in tre diverse tipologie (lineare, centro/angolo, angolare) e componibili secondo altrettante modalità (piano unico, sovrapposizione, accostamento), i mobili sono disponibili in varie dimensioni e in un’ampia gamma di finiture.
Monolite
Monolite



Radiatore per sistema doccia progettato da Fabrizio Batoni per Brandoni


motivazione: Ideale per condizioni spaziali compresse, il sistema integrato di termoarredo Monolite riunisce e compatta all’interno di un’unica parete attrezzata le due funzioni primarie dell’ambiente bagno: il calore e l’acqua. L’elemento centrale del progetto è costituito da una sottile colonna radiante, realizzata interamente in acciaio, che ingloba tutte le funzionalità di un sistema doccia completo. Piegandosi in alto in senso orizzontale, la colonna si trasforma in un celino che ospita il soffione, e poi nuovamente curva in verticale, accoglie il monocomando, la doccetta a mano e il deviatore. Tutti gli elementi tecnici rimangono completamente celati all’interno, rendendo molto pulito il disegno dell’insieme e semplificando significativamente le operazioni d’installazione. Il sistema può conformarsi flessibilmente a diverse esigenze progettuali, sia in progetti ex novo sia in bagni già esistenti. Abbinabile a piatti doccia di varie misure (120, 140 o 160 cm), Monolite è prodotto in due diverse larghezze (40 o 50 cm) e declinato in altrettante tipologie: da centro parete, con 2 lati aperti, e ad angolo con lato chiuso da porta battente. Proposto in tutti i colori della scala RAL, può essere personalizzato con vetri di contenimento temperati, rubinetteria di varie misure e una vasta gamma di accessori: dalla barra portasciugamani al gancio appendi-accappatoio.
Flowerssori
Flowerssori



Mobili ecologici ispirati al Metodo Montessori progettati da Hans Kruger Goffi e Angela Meucci per Flowerssori


motivazione: L’attenzione per la natura e l’attrazione per il Metodo Montessori sono i temi principali di un progetto scaturito da una lunga riflessione sulle qualità degli arredi per l’infanzia, condotta da un gruppo di architetti. I mobili della collezione Flowerssori® non nascono come mera riproduzione in scala di modelli «per i grandi», ma come oggetti specificatamente concepiti e disegnati per i bambini, tenendo contro delle loro specificità in termini di ergonomia e sensibilità sensoriale e cognitiva. Avendo proporzioni commisurate a utenti in crescita, tutti i mobili della collezione sono realizzati in varie grandezze, ideali per diverse fasi di età. Accomunati da forme morbide e flessuose, sono realizzati in legno di frassino derullato in un’unica sfoglia; la superficie superiore di ogni elemento è rifinita da una sfoglia di frassino chiaro, caratterizzato da sfumature che vanno dall'oro all’argento, mentre quella inferiore è caratterizzata da una sfumatura olivata. Quest’alternanza, pensata perché il bambino interpreti con immediatezza il concetto di «dentro» e «fuori», non è ricreata artificialmente ma è una sfumatura legata alla profondità del processo di derullamento del legno. Innovativo anche il sistema d’impilaggio, tanto da essere oggetto di brevetto: risolve in modo efficace il problema dell’accatastamento delle sedie ed è di per sé un elemento di gioco per i bambini.
3D Surface
3D Surface



Rivestimenti tridimensionali progettati da Jacopo Cecchi (design) e Romano Zenoni (art direction) per 3D Surface


motivazione: I rivestimenti della collezione 3D Surface sono caratterizzati dagli originali decori tridimensionali, ottenuti non attraverso l’uso di effetti ottici ma scolpendo la materia in lieve rilievo. La particolare tecnica di posa consente di accostare diversi panelli e realizzare superfici uniformi a sviluppo teoricamente infinito e senza interruzioni o giunture visibili, conferendo un aspetto fluido e continuo alle pareti. L’attuale collezione, ideata sotto la direzione artistica di Romano Zenoni, è composta da sedici diverse tipologie di texture, disegnate da Jacopo Cecchi (Millerighe, Tenda e Trapuntino quelle presentate nel 2012). La gamma dei decori spazia da motivi ispirati a elementi naturali o alla riproduzione della realtà fino a temi caratterizzati da geometrie complesse e disegni astratti, frutto dell’immaginazione e delle tendenze artistiche contemporanee. Grazie al design ricercato e all’utilizzo di materiali appositamente sviluppati, quali soluzioni di malta ceramizzata fibro rinforzata per interni ed esterni (TRG, TRB), le superfici possono essere impiegate in ogni ambiente e contesto architettonico. Il pannello è fornito grezzo e su richiesta può anche essere personalizzato con decori realizzati su specifico disegno.
 
TARGA GIOVANI



 
Cocoon<br>Ergonomia e design per il progetto di sistemi di arredo per degenze ospedaliere
Cocoon
Ergonomia e design per il progetto di sistemi di arredo per degenze ospedaliere



Tesi di Laurea Magistrale in Design di Valentina Cogno ed Elisabetta Lampiasi - Università degli Studi di Firenze


motivazione: Il progetto del sistema di arredo per degenze ospedaliere Cocoon deriva da un’approfondita analisi ergonomica, basata sulla normativa UNI 11377/2010, compiuta in un ospedale «pilota». Le prospettive tracciate nel progetto della Regione Toscana «I Nuovi Ospedali», regolato dalla legge 40/2005, annunciano il passaggio dalla classica organizzazione di cura a un nuovo modello organizzativo, che prevede risposte personalizzate per la terapia dei pazienti (dalla «cura» al «prendersi cura») e snellimento dei tempi di degenza. Interpretando tale orientamento, Cocoon definisce un concept alternativo a quello dei prodotti esistenti sul mercato, puntando alla risoluzione della maggior parte delle problematiche nosocomiali e al soddisfacimento delle esigenze del più ampio numero possibile di degenti. In particolare, il programma pone in grande attenzione i bisogni specifici dei degenti anziani. Gli arredi Cocoon sono sviluppati secondo un criterio di equilibrio che tiene conto, da un lato, degli aspetti funzionali e tecnologici finalizzati all’efficienza delle operazioni mediche e di assistenza; dall’altro, delle necessità fisiche e psicologiche dei diversi fruitori (degenti, visitatori, personale medico e paramedico). A tale scopo sono state studiate approfonditamente le scelte cromatiche che caratterizzano i vari elementi del progetto.
 
 
« precedente pagina | 01 | di 01 successiva »
 

 
ADI Awards / ADI Design Index


 ADI DESIGN INDEX 
Quali regole, come partecipare

 COSA È L'ADI DESIGN INDEX 

Presentazione del premio (. pdf)
 GENERALITA' 
L'ADI Design Index
 UNA PATRIMONIO QUALITATIVO 
Finalità dello strumento di selezione

 OSSERVATORIO PERMANENTE 
Attività dell'Osservatorio permanente

 TOSCANA ADI INDEX 2015 
Le nomination '15 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2014 
Le nomination '14 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2013 
Le nomination '13 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2012 
Le nomination '12 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2011 
Le nomination '11 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2010 
Le nomination '10 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2009 
Le nomination '09 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2008 
Le nomination '08 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2007 
Le nomination '07 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2006 
Le nomination '06 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2005 
Le nomination '05 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2004 
Le nomination '04 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2003 
Le nomination '03 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2002 
Le nomination '02 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2000 
Le nomination '00 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 1999 
Le prime nomination regionali per il biennio 1998-'99 nel volume a cura dell'Osservatorio permanente sul design italiano
ADI :: via Bramante 29 - 20154 Milano | Delegazione Toscana: via Vittorio Emanuele 32 - 50041 Calenzano (FI) - info@aditoscana.it