Logo ADI Toscana  
Logo ADI Toscana
 
ADI Toscana ADI News   ADI Members   ADI Services   ADI Awards   ADI Resources
ADI Awards     Compasso d'Oro  |  ADI Index  |  Palmares Toscana  |  Premi e Concorsi con Patrocinio ADI
Ulteriori documenti, servizi ed informazioni sono disponibili nell'AREA RISERVATA SOCI 
 

 

 
 
 
vai al web dell'ADI Nazionale
 
  Nomination Toscana ADI Design Index 2012
ADI DESIGN INDEX 2012
ADI DESIGN INDEX 2012



I prodotti realizzati e/o progettati in Toscana che sono stati pubblicati sull'ADI Design Index 2012.
Il volume, pubblicato a cura dell'Osservatorio Permanente del Design ADI – la struttura di lavoro che monitora le attività produttive sull'intero territorio nazionale, segnalando le eccellenze degne di essere inserite nel volume – ospita 111+17 prodotti e servizi (selezionati tra i 778 che si sono candidati), articolati in 10+1 sezioni: Design per l'Abitare (39), Design per l'Ambiente (8), Design per il Lavoro (14), Design per la Persona (8), Design dei Materiali e Componenti (11), Design dei Servizi (3), Ricerca per l'Impresa (4), Visual Design (7), Exhibition Design (12), Ricerca teorico, storico, critica e Progetti editoriali (5). La selezione dei progetti candidati alla Targa Giovani (17) chiude la raccolta dei lavori inseriti.
Ogni tre anni, fra i prodotti pubblicati negli ADI Design Index, una giuria appositamente nominata sceglie i prodotti selezionati e decreta quelli vincitori del Premio Compasso d'Oro ADI.
La pubblicazione nell'ADI Design Index costituisce quindi a tutti gli effetti una preselezione – ovvero una nomination – in vista del successivo Premio Compasso d'Oro ADI, riconoscimento considerato il più prestigioso concorso italiano dedicato all'industrial design.
Questa edizione – che dunque prosegue il triennio che porterà al XXIII Compasso d'Oro, previsto nel 2014 – corrisponde anche al secondo volume di un nuovo ciclo, che la Presidenza attuale di Luisa Bocchietto, coadiuvata da Giovanni Cutolo, Giovanna Talocci, Roberto Marcatti e Alessandro Sarfatti, ha inteso in continuità con quanto realizzato negli ultimi anni sotto il duplice mandato di Carlo Forcolini.

Si segnala inoltre che, a partire dallo scorso anno, tutti i prodotti selezionati vengono pubblicati anche sul web www.adidesignindex.com/it

Sosia
Sosia



Letto-divano a configurazione variabile progettato da Emanuele Magini per Campeggi


motivazione: «Lo spunto per il progetto di Sosia nasce da un’esigenza molto personale. La mia casa a Milano non è molto grande; quando mi è capitato di dare ospitalità ad amici e parenti, spesso ho pensato che avrei dovuto trovare una soluzione innovativa. Cosi è nato Sosia: un micro salotto che all’occorrenza può facilmente trasformarsi in un accogliente letto per ospiti [...]. Quando ho visto il primo prototipo, ho iniziato a giocarci e ho scoperto che alla fine in realtà il letto e le due sedute erano solo due delle molte configurazioni dell’oggetto. [...] Sosia è un progetto che nasce per un ambiente domestico, ma forse potrebbe essere una soluzione pratica, semplice e divertente anche in molti spazi pubblici, come ospedali, stazioni, aeroporti, alberghi». (Emanuele Magini)
Yap
Yap



Lampada a sospensione progettata da Paolo Ulian per Danese


motivazione: Yap ricorda i principi che hanno ispirato uno dei prodotti simbolo di Danese e del design italiano, la lampada Falkland di Bruno Munari. Diverso il materiale (metallo al posto di tessuto elastico tubolare), ma simile il coinvolgimento dell’utente, che con un semplice gesto «forma» la lampada donandole l’aspetto finale. Le dimensioni di Yap variano secondo come viene modellata la struttura.
Maracas
Maracas



Shaker per caffè progettato da Robero Giacomucci per Caffè River


motivazione: Maracas è dotato di un cono interno che evita il contatto diretto ghiaccio/caffè. Il bicchiere è fissato al manico mediante una molla e può essere usato direttamente per la degustazione della bevanda. Lo shaker richiama le «maracas» nell’insieme e nella forma dell’impugnatura, forma che facilita il movimento energico e innova la gestualità d’uso di questo attrezzo di lavoro. A giudizio degli esperti, la qualità della bevanda ghiacciata e agitata è pari a quella del caffè caldo usato come base di preparazione: la qualità dell’espresso non è alterata, semmai migliorata.
Galileo G
Galileo G



Nave Ice Class IB progettata da Philippe Briand (design navale) e Gruppo Perini Navi, Genta (interior design) per Picchiotti, Vitruvius ltd


motivazione: Galileo G possiede i requisiti per raggiungere l’Artico attraverso il passaggio a nord-ovest che va dall’Oceano Atlantico all’Oceano Pacifico tramite l’arcipelago artico del Canada. L’imbarcazione è progettata e costruita in accordo con le norme di certificazione ABS – Ice Class IB – e corrispondente al Finnish-Swedish Ice Class IB e al Type C del sistema canadese. Inoltre, il progetto dell’imbarcazione si allinea con i regolamenti IMO (International Maritime Organization) e AWPPA (Arctic Waters Pollution Prevention Act) per la sicurezza della navigazione e la prevenzione dell’inquinamento marino. Per esempio, il trattamento acque grigie e nere assicura un numero di particolato di batteri inferiore allo standard, rispettando le restrittive normative in merito alla navigazione nelle acque del Passaggio a Nord-Ovest. La compartimentazione delle zone interne dell’imbarcazione soddisfa i requisiti di classe secondo le aree di destinazione. Per esempio, cucina e sala macchine hanno pareti più spesse e materiali diversi da quelli delle cabine. Lo yacht è dotato di due motori da 1174 kw che garantiscono una velocità di 16 nodi.
4Life
4Life



Sistema-divisa per volontari progettato e prodotto da Grado Zero Espace


motivazione: La divisa 4life ha sostituito il giallo con il giallo alta visibilità, per aggiornarlo alle vigenti normative europee, e modificato la tonalità del ciano con un più brillante azzurro, rispettando così i colori tradizionali della Misericordia, la più antica Associazione di Volontariato d’Italia, nata intorno al 1200 a Firenze. Il sistema comprende una giacca con gilet termico removibile, maniche staccabili e mantellina impermeabile a scomparsa, e un pantalone con grandi tasche laterali e rinforzi ginocchia. La giacca presenta un’ampia tasca centrale (per occhiali, mascherina, penna, torcia) e due tasche laterali. Il tessuto bi-stretch ha caratteristiche antibatteriche e anti odore. Sulla patta della tasca è applicata una patch removibile con 3 LED integrati, ricaricati tramite un piccolo pannello solare e regolati da uno switch. Il pantalone ha rinforzi per ginocchia in PU espanso sagomato e un inserto elastico in Dryarn antibatterico e traspirante in prossimità del cavallo. L’inserto, oltre a inibire la proliferazione batterica e ad aumentare la traspirazione, segue i movimenti del corpo ed evita lo strappo delle cuciture incrementandone il comfort percepito e la durata del pantalone. Tutti i materiali sono qualificati con etichetta ISO 30023 (ISO15797) per la solidità al colore, sfregamento a secco e a umido, abrasione, resistenza meccanica.
Lithoverde
Lithoverde



Lastre di materiale lapideo riciclato progettate e prodotte da Alfredo Salvatori srl


motivazione: Lithoverde, disponibile nelle varianti Pietra d’Avola, Bianco di Carrara, Crema d’Orcia, Piombo, è un composto costituito al 99% di scarti provenienti dalla produzione del materiale lapideo e all’1% di una resina naturale. Per le sue caratteristiche, Lithoverde ha ricevuto la certificazione SCS (Scientific Certification Systems, leader mondiale nella valutazione dei materiali da costruzione ecocompatibili); inoltre collabora a dare agli edifici un alto punteggio nella scala di valutazione LEED® (Leadership in Energy and Environmental Design, stipulato da U.S. Green Building Council punto di riferimento internazionale nel campo della sostenibilità architettonica).
BAU 8
BAU 8



Contenitore di cultura contemporanea coordinato e progettato (direzione artistica e grafica) da Gumdesign per Associazione culturale BAU


motivazione: BAU intende intensificare le relazioni interdisciplinari e ampliare sempre più il numero di partecipanti sia italiani sia stranieri, stimolando cooperazioni e sinergie. Il progetto promuove la sperimentazione e la ricerca di nuovi linguaggi ed elabora tesi sui rapporti tra arte, scienza, politica, ambiente e uomo. Opera, inoltre, per la necessaria verifica, lo studio e la sistemazione critica di una storia dell’arte e della produzione poetica degli ultimi decenni in Versilia e nella costa ovest tirrenica. La presentazione dell’ottavo numero di BAU si è tenuta nell’aprile 2011 presso il Lucca Center of Contemporary Art a Lucca. L’incontro, a cura della redazione BAU e del direttore del Lu.C.C.A. Museum Maurizio Vanni, è stato accompagnato da una sequenza non stop di performance, interventi di audio art e declamazioni poetiche.
Universo Retveld
Universo Retveld



Mostra monografica progettata (exhibit design) da nEmoGruppo Architetti, Giuliano Gatti per Fondazione MAXXI


motivazione: La mostra Universo Retveld. Architettura e design per la vita moderna, coprodotta con il Nederlands Architectuur Instituut di Rotterdam e il Centraal Museum di Utrecht, e curata da Maristella Casciato, Domitilla Dardi e Ida van Zijl, ha analizzato l’opera di Gerrit Thomas Rietveld (1888-1964) a confronto con il suo tempo, i suoi colleghi e contemporanei, i luoghi e l’ambiente artistico in cui visse. La mostra aveva uno sviluppo cronologico suddiviso in quattro sezioni e cinque approfondimenti. Le quattro sezioni erano configurate come un’unica pedana suddivisa da fasce luminose. I cinque approfondimenti erano invece isole intorno alle quali il visitatore poteva girare per meglio osservare le opere in mostra (molto interessante il focus su casa Schroeder). La mostra era preceduta da sette postazioni monitor, con altrettante sedie «zig zag» (prodotte da Cassina), per ascoltare le interviste a storici e progettisti contemporanei (tra i quali, Gae Aulenti, Andrea Branzi, Enzo Mari, Adachiara Zevi, Tonino Paris, Sami Rintala).
 
 
« precedente pagina | 01 | di 01 successiva »
 

 
ADI Awards / ADI Design Index


 ADI DESIGN INDEX 
Quali regole, come partecipare

 COSA È L'ADI DESIGN INDEX 

Presentazione del premio (. pdf)
 GENERALITA' 
L'ADI Design Index
 UNA PATRIMONIO QUALITATIVO 
Finalità dello strumento di selezione

 OSSERVATORIO PERMANENTE 
Attività dell'Osservatorio permanente

 TOSCANA ADI INDEX 2015 
Le nomination '15 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2014 
Le nomination '14 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2013 
Le nomination '13 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2012 
Le nomination '12 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2011 
Le nomination '11 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2010 
Le nomination '10 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2009 
Le nomination '09 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2008 
Le nomination '08 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2007 
Le nomination '07 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2006 
Le nomination '06 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2005 
Le nomination '05 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2004 
Le nomination '04 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2003 
Le nomination '03 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2002 
Le nomination '02 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2000 
Le nomination '00 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 1999 
Le prime nomination regionali per il biennio 1998-'99 nel volume a cura dell'Osservatorio permanente sul design italiano
ADI :: via Bramante 29 - 20154 Milano | Delegazione Toscana: via Vittorio Emanuele 32 - 50041 Calenzano (FI) - info@aditoscana.it