Logo ADI Toscana  
Logo ADI Toscana
 
ADI Toscana ADI News   ADI Members   ADI Services   ADI Awards   ADI Resources
ADI Awards     Compasso d'Oro  |  ADI Index  |  Palmares Toscana  |  Premi e Concorsi con Patrocinio ADI
Ulteriori documenti, servizi ed informazioni sono disponibili nell'AREA RISERVATA SOCI 
 

 

 
 
 
vai al web dell'ADI Nazionale
 
  Nomination Toscana ADI Design Index 2010
ADI DESIGN INDEX 2010
ADI DESIGN INDEX 2010



I prodotti realizzati e/o progettati in Toscana che sono stati pubblicati sull'ADI Design Index 2010.
Il volume, pubblicato a cura dell'Osservatorio permanente del design italiano, contiene una scelta articolata – ristretta a un massimo di 200 unità –, di prodotti innovativi e di qualità.
Ogni tre anni, fra i prodotti pubblicati negli ADI Design Index, una giuria appositamente nominata sceglie i prodotti selezionati e decreta quelli vincitori del Premio Compasso d'Oro ADI.
La pubblicazione nell'ADI Design Index costuisce quindi a tutti gli effetti una preselezione – ovvero una nomination – in vista del successivo Premio Compasso d'Oro ADI, riconoscimento considerato il più prestigioso concorso italiano dedicato all'industrial design.
Questa edizione – che dunque chiude il triennio che porterà al XXII Compasso d'Oro, previsto nel 2011 – corrisponde anche al terzo volume di un nuovo ciclo, che la Presidenza attuale di Luisa Bocchietto, coadiuvata da Giovanni Cutolo, Giovanna Talocci, Roberto Marcatti e Alessandro Sarfatti, ha inteso in continuità con quanto realizzato negli ultimi anni sotto il duplice mandato di Carlo Forcolini.
Elica
Elica



Lampada da tavolo a LED in alluminio verniciato progettato da Brian Sironi per Martinelli Luce


motivazione: Bandito il classico interruttore, il braccio della lampada ne fa le veci. Elica si ispira alle forme pure delle grandi lampade del passato, come Atollo, Eclissi, Cobra, cui implicitamente rende omaggio e alla cui forza iconica aspira. Elica è dimensionata secondo i principi della sezione aurea e nessun dettaglio tecnico è a vista. Come già sottolineato, il braccio stesso della lampada agisce da interruttore: ruotando il braccio, la lampada si accende e si spegne. L'avvenuto spegnimento è supportato da un feedback sonoro che accompagna il movimento del braccio. La lampada, declinata in due modelli, è riciclabile al 60% (in peso).
Target
Target



Libreria con struttura in pannelli di fibra di legno a media densità, fondo poliuretanico e finitura in laccato macroter, progettata da Nendo per Arketipo


motivazione: L'appoggio è formato da piccole croci, che nell'insieme sembrano moltipllcarsi all'infinito. Le croci che sostituiscono i ripiani sono gli elementi caratteristici di questo modulo libreria accostabile: un segno forte, un insieme mosso ma regolare, formalmente interessante, che forse però non consente di sfruttare completamente la capacità del modulo stesso. La libreria è proposta nei colori bianco (RAL 9003) e grigio beige e consegnata in un imballaggio riciclabile e riutilizzabile.
Nudo
Nudo



Rubinetterie e sistema idraulico in acciaio e ottone progettato da Simone Micheli Architectural Hero per ST Rubinetterie


motivazione: Miscelatori, erogatori, deviatori, tubi, giunti di connessione costituiscono la tavolozza base per lavorare con Nudo, un sistema idraulico immaginato per ridisegnare il bagno portando in vista tutto ciò che abitualmente non si vede. È un sistema flessibile, elegante, pensato per la nuova architettura, perfetto per sia per gli interventi di recupero che le nuove costruzioni.Varianti disponibili: acciaio oppure tutte le colorazioni RAL.
Zoom
Zoom



Miscelatore monocomando in ottone cromato, depiombato e particolari in materiali plastici alimentari, progettato da Nilo Gioacchini per Carlo Nobili Rubinetterie


motivazione: Miscelatore per lavello, Zoom è stato progettato perché il suo getto possa raggiungere ogni angolo, anche il più nascosto. La funzionalità e l'estrema maneggevolezza si devono alla doppia rotazione a 360° sul piano lavello. Zoom assicura, inoltre, un risparmio energetico certo, grazie alla sua cartuccia coassiale brevettata, che porta l'utilizzatone ad aprire il miscelatore sempre sulla posizione acqua fredda. L'azienda impiega materiali riciclati pre-consumo, quali materie plastiche e ottone da torniture.
Row
Row



Seduta-panca in alluminio progettata da Paolo Ulian per Officinanove


motivazione: La sua forma è pronta per essere sagomata, allungata e diventare un'originale panca articolata, innovativa eppure semplice. Row è una seduta mutevole ottenuta assemblando moduli quadrati di allumìnio verniciati a polvere, mediante l'uso di robuste quanto essenziali ma studiate cerniere. Come un simpatico «serpente» o un famoso gioco virtuale, Row incanta, diverte ed emoziona, assumendo forme eleganti e al tempo stesso uniche, che gli utilizzatori colgono e apprezzano all'istante. Row è disponibile nelle versioni a 8, 6, 4 elementi ampliabili a piacimento, e in 190 colori della scala RAL. II prodotto è fornito in imballi riciclabili e riutilizzabili, ed è esso stesso riciclabile al 95% (in peso).
Velvet 30
Velvet 30



Imbarcazione in vetroresina progettata da Dillon Garris Design Solutions e Tecnomar per Tecnomar


motivazione: Finestrature ampie e allungate, ritagliate nella sovrastruttura e sullo scafo, caratterizzano Velvet 30, motor yacht planante da 30 metri. Queste soluzioni, insieme allo sky-light circolare ricavato all'altezza della plancia, garantiscono al ponte principale e agli ambienti interni una considerevole luminosità naturale. Dillon Garris ha provveduto alla nuova configurazione esterna, ma ancora più significativamente al disegno degli interni. Il suo lavoro si è tradotto in un'accurata ricerca dei dettagli, finalizzati ad assicurare la massima vivibilità a bordo ai dieci passeggeri e ai quattro membri di equipaggio. Velvet 30 è costruito in vetroresina.
Galileo's Telescope
Galileo's Telescope



Telescopio «a rifrazione» in legno (varie essenze), ABS e metallo progettato da Odoardo Fioravanti per Palomar


motivazione: Galileo's Telescope, ispirato al cannocchiale con cui Galilei nel 1609 iniziò le osservazioni della volta celeste, è un telescopio contemporaneo, dotato di un sistema dì ottiche di altissimo livello, che rende omaggio alla semplicità e bellezza dello strumento originariamente concepito da Galileo. Il giunto su cui il telescopio è incardinato è stato progettato in modo che il risultato finale fosse formalmente netto e semplice, ma pienamente in grado di assicurare il corretto puntamento del telescopio e la possibilità di fissarlo in ogni posizione. L'utilizzo del legno per il tubo non è solo un ritorno al materiale originale usato da Galileo, ma anche uno sforzo per dare un «friendly touch» ad un oggetto altrimenti freddo e tecnologico. Semplice risulta anche il sistema di allungamento dello stelo, basato su un tubo metallico telescopico. Palomar utilizza strategie ambientali per la progettazione secondo il metodo Design for Disassembling and Recyciing.
Choco Shock
Choco Shock



Barrette di cioccolato per non vedenti progettate da Andrea Giorgi per Pasticceria Gerla


motivazione: Le barrette Choco Shock permettono ad ipovedenti e non vedenti di riconoscere la varietà di cioccolato attraverso il tatto. Lo scopo è di trasmettere multisensorialità a partire dall'involucro che contiene il cioccolato, ed esaltare le qualità visive e tattili del cartoncino, così da fornire un'anticipazione del contenuto, trasformando il contenitore in vera e propria estensione del prodotto. Utilizzare l'Alfabeto Braille sulle confezioni forse renderebbe qualsiasi acquisto più consapevole.
Revolutionair: WT1KW - WT400
Revolutionair: WT1KW - WT400



Microturbina eolica in materiale plastico, alternatori a magneti permanenti, stativo in acciaio e inverters eolici dedicati, progettata da Philippe Starck per Pramac


motivazione: Revolutionair è un'innovativa pala eolica ad asse verticale studiata per essere facilmente installata in un ambiente urbano e in prossimità di luoghi abitati, grazie alle sue dimensioni contenute, e dunque all'impatto visivo ridotto, e alla sua silenziosità. Un generatore eolico ad asse verticale si contraddistingue per la ridotta quantità di parti mobili presenti nella sua struttura; ne conseguono un'alta resistenza alle forti raffiche di vento e la possibilità di sfruttare qualsiasi direzione del vento, senza doversi continuamente ri-orientare. Pramac adotta strategie ambientali per la progettazione secondo il metodo Life Cycle Assessment. Le turbine Revolutionair sono riciclabili al 100% (in peso).
TECU® Solar System
TECU® Solar System



Pannello solare termico scoperto in rame progettato da Fabiana Panella per KME Italy


motivazione: TECU® Solar System è una copertura in rame sulla quale, perfettamente integrati, sono inseriti moduli captanti di rame in grado di sfruttare l'irraggiamento solare per la produzione di acqua calda sanitaria e l'integrazione ai sistemi di riscaldamento a pavimento o parete. La geometria del collettore risulta similare al resto della copertura in rame; ne consegue l'assoluta omogeneità della falda e la totale invisibilità del sistema captante. Leggero, calpestabile, di facile installazione, resistente agli agenti atmosferici (grandine ecc.), TECU® Solar System non è soggetto a problemi di stagnazione e viene proposto nelle varianti: rame naturale, rame preossidato TECU® Oxid (testa di moro); rame prepatinato TECU® Patina (verde). KME Italy è certificata EMAS, ISO 14001 e utilizza strategie ambientali per la progettazione secondo il metodo Life Cycle Assessment.
MicroMacro
MicroMacro



Allestimento progettato da Ilaria Marelli per Pitti Immagine


motivazione: «MicroMacro» – una delle due mostre allestite da Ilaria Marelli per Pitti Immagine dell'edizione giugno 2009 – ricorda la favola di Alice nel paese delle meraviglie o le straordinarie awenture dei viaggi di Gulliver Le dodici aree espositive di Apartment, realizzato nell'ambito dì Pitti Immagine Bimbo, riproducono ognuna un ambiente della casa (cucina, salotto, camera da letto ecc), tramite un allestimento centrale fatto di mini-arredi dieci volte più piccoli della realtà, che proiettano sulle pareti circostanti le loro ombre ingigantite di circa cinque volte. Le macro-ombre, realizzate dalla designer come disegni stilizzati stampati su forex, rappresentano in prospettiva i micro-oggetti posti al centro di ogni ambiente.
 
 
« precedente pagina | 01 | di 01 successiva »
 

 
ADI Awards / ADI Design Index


 ADI DESIGN INDEX 
Quali regole, come partecipare

 COSA È L'ADI DESIGN INDEX 

Presentazione del premio (. pdf)
 GENERALITA' 
L'ADI Design Index
 UNA PATRIMONIO QUALITATIVO 
Finalità dello strumento di selezione

 OSSERVATORIO PERMANENTE 
Attività dell'Osservatorio permanente

 TOSCANA ADI INDEX 2015 
Le nomination '15 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2014 
Le nomination '14 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2013 
Le nomination '13 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2012 
Le nomination '12 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2011 
Le nomination '11 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2010 
Le nomination '10 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2009 
Le nomination '09 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2008 
Le nomination '08 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2007 
Le nomination '07 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2006 
Le nomination '06 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2005 
Le nomination '05 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2004 
Le nomination '04 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2003 
Le nomination '03 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2002 
Le nomination '02 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2000 
Le nomination '00 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 1999 
Le prime nomination regionali per il biennio 1998-'99 nel volume a cura dell'Osservatorio permanente sul design italiano
ADI :: via Bramante 29 - 20154 Milano | Delegazione Toscana: via Vittorio Emanuele 32 - 50041 Calenzano (FI) - info@aditoscana.it