Logo ADI Toscana  
Logo ADI Toscana
 
ADI Toscana ADI News   ADI Members   ADI Services   ADI Awards   ADI Resources
ADI Awards     Compasso d'Oro  |  ADI Index  |  Palmares Toscana  |  Premi e Concorsi con Patrocinio ADI
Ulteriori documenti, servizi ed informazioni sono disponibili nell'AREA RISERVATA SOCI 
 

 

 
 
 
vai al web dell'ADI Nazionale
 
  Nomination Toscana ADI Design Index 2002
ADI DESIGN INDEX 2002
ADI DESIGN INDEX 2002



I prodotti realizzati e/o progettati in Toscana che sono stati pubblicati sull'ADI Design Index 2002.
Il volume, pubblicato ogni anno a cura dell'Osservatorio permanente del design italiano, contiene una scelta articolata – ristretta a un massimo di 200 unità –, di prodotti innovativi e di qualità.
Ogni tre anni, fra i prodotti pubblicati negli ADI Design Index, una giuria appositamente nominata sceglie i prodotti selezionati e decreta quelli vincitori del Premio Compasso d'Oro ADI.
La pubblicazione nell'ADI Design Index costuisce quindi a tutti gli effetti una preselezione – ovvero una nomination – in vista del successivo Premio Compasso d'Oro ADI, riconoscimento considerato il più prestigioso concorso italiano dedicato all'industrial design.
Futura
Futura



Obliteratrice per biglietti cartacei e smart card progettata da Spring Design (Gilberto Corretti Alessandra Rinaldi Yoko Tanabe) e prodotta da AEP


motivazione: Obliteratrice in lamiera d'acciaio, polistirolo e neoprene. Si tratta di un'apparecchiatura capace di gestire un sistema tariffario complesso: dai biglietti ordinari anche con banda magnetica, ai titoli di viaggio elettronici per abbonamenti con importi differenziati per utenti, fasce orarie, zone di percorrenza, giorni della settimana. Le transazioni effettuate sono registrate nella memoria interna e su una chipcard a disposizione della verifica del personale preposto. La macchina, funzionalmente simile a un computer, è dotata di un proprio sistema operativo a cui connettere la modalità di comunicazione senza fili GPS per raccogliere dati di percorso dell'autobus e scaricarli in deposito e per il rilevamento in tempo reale della posizione del mezzo. È possibile inoltre trasferire automaticamente l'importo obliterato al deposito. Consente aggiornamenti del software senza dover aprire la macchina. I componenti sono stati concepiti per poter essere riciclati.
Houdinì
Houdinì



Aspirapolvere progettato da FT&A - Trabucco e Associati, prodotto da Ariete


motivazione: L'innovativa spazzola di cui è dotato rende più efficiente l'aspirazione di Houdinì, che può contare anche su un motore molto potente (1500 o 1600 watt a seconda dei modelli). A parità di potenza elettrica, la spazzola Passpartout massimizza la reale forza aspirante e riesce a raggiungere anche angoli difficili con le sue alette snodate. Coperta da numerosi brevetti internazionali, questa spazzola è utilizzabile anche su altri modelli grazie al suo attacco universale. La forma compatta e appiattita di Houdinì è stata, invece, progettata per occupare il minimo spazio, 18 centimetri, quando si deve riporre l'aspirapolvere. Le maxi ruote in gomma poliuretanica assicurano un movimento agile e silenzioso.
Capo-Banda
Capo-Banda



Complemento per contract e casa progettato da Massimo Mussapi e prodotto da Delight by Tecnoforma


motivazione: Elemento barriera/guidafolla appartenente a un sistema modulare di complementi d'arredo coordinati per i settori residenziale e contract. Il sostegno verticale, comune a tutti gli elementi, e la testa avvolgibanda sono in lega di alluminio con nastro avvolgibile a estensione regolabile in poliestere termostirato, personalizzabile con logo aziendale. I diversi elementi possono essere aggregati con angolazione variabile e diverse bande possono essere agganciate alla stessa testa.
Papel
Papel



Serie di mobili progettata da Fernando e Humberto Campana, prodotta da Edra


motivazione: La serie Papel (divani, sedie, tavolini e paraventi) costruita con il cartone ondulato da imballaggio, profilata da rifiniture in cuoio e rinforzata in acciaio, appartiene alla poetica del riuso dettata, in paesi come il Brasile, da ragioni di primaria sussistenza. Il disegno rigoroso e la realizzazione impeccabile conferiscono un'estetica nobile alla materia povera. Il fantasioso bricolage creativo dei fratelli Campana, interpretato da un'azienda industriale, inaugura un nuovo corso del design ecologico, che aggiunge una compiuta dignità formale all'istanza morale.
Pororoca
Pororoca



Chaise lounge progettata da Flavia Alves De Souza e prodotta da Edra


motivazione: La chaise longue Pororoca rappresenta l'incontro della tecnologia con l'artigianato e deve il suo fascino ad assonanze con il mondo tessile. La seduta è composta da due supporti d'acciaio e da un sandwich di tre strati di PVC di soli 12/10 di spessore complessivo, che funge al tempo stesso da struttura e da imbottitura. I 26 metri di lunghezza del sandwich sono infilati a mano da un operaio specializzato nei supporti laterali con un andamento plissettato, che garantisce l'effetto soft, regalando un'immagine couture a un prodotto d'elementare semplicità, nato dalla perizia del gesto.
Piano in vetro
Piano in vetro



Piano da lavoro in vetro progettato da Giancarlo Vegni e prodotto Effeti Industrie


motivazione: La presenza del vetro accostato a materiali più contemporanei come l'acciaio, l'alluminio, le resine è una costante di progetto nella storia di Effeti Cucine. Innovativo, dal punto di vista strutturale, è il recente uso del vetro per realizzare piani da lavoro, utilizzabili come top su basi attrezzate o sospesi a ponte, cui possono essere integrati sia lavelli che piani cottura. Si tratta di lastre di 25 millimetri di spessore tagliate a getto d'acqua, smaltate e cotte in forno a 600°, rifinite con macchine a controllo numerico. La superficie satinata è ottenuta con un processo di acidatura.
Tecno Activa
Tecno Activa



Aspirapolvere centralizzato pregettato da Mac Design (Roberto Maccioni, Rosario Peluso) e prodotta da System-Air by Tecnoplus


motivazione: Nata per utilizzo civile, la centrale aspirante remota Tecno Activa rappresenta una delle versioni più evolute di aspirapolvere centralizzato. Grazie al computer di cui è dotata, i cicli di manutenzione sono tutti sotto controllo. Un dispositivo, collegabile direttamente con l'installatore, segnala quando è necessario intervenire sulla funzionalità del motore, sul filtro e sul sacchetto delle polveri. La centrale è consigliata per una superficie massima di lavoro di circa 450 metri quadrati e fino ad un massimo di 16 punti presa aspiranti.
Pocket XS
Pocket XS



Telefono cordless progettato da Jae-Ho Lee e prodotto da Master


motivazione: Telefono cordless analogico in ABS. Innovativo nella forma, presenta sagoma arrotondata e dimensioni contenute che insieme alla sua ergonomicità permettono una facile e comoda impugnatura. È un originale ''cellulare da casa'' con uno stile hi-tech caratterizzato dalla trasparenza del materiale plastico disponibile in diverse varianti di colore. Le dimensioni ridotte e il peso di soli 90 grammi lo rendono poco ingombrante e particolarmente maneggevole. Dotato di auricolare a clip per indossarlo sulla cintura, permette una libertà di movimento unica e consente la conversazione a mani libere per oltre 4 ore di autonomia.
Up
Up



Paravento progettato da Paolo Ulian e prodotto da BBB emmebonacina


motivazione: Il progettista affronta il processo progettuale come un processo di invenzione tipologica. In lui quindi il disegno non è mai sviluppo, o conseguenza, di occasioni precedenti e di situazioni esistenti sul mercato quanto piuttosto un ''ri-iniziare dal principio''. Così in questo paravento si propone una sostanziale modifica della forma all'atto dell'uso dell'oggetto. Il paravento, piatto per esigenze di packaging, si gonfia entrando in tensione e portando ai limiti la materia (compensato flessibile Coverflex). Si noti bene, non plastica, ma legno.
Cabriolet
Cabriolet



Tavolo-panca progettato da Paolo Ulian e prodotto da FontanaArte


motivazione: L'idea di questo prodotto multifunzione, di nuova tipologia, nasce dalle proprietà del Coverflex, un pannello multistrato di spessore molto sottile, estremamente flessibile, impiegato normalmente negli allestimenti. Con un gesto analogo al voltare pagina Cabriolet si trasforma da tavolo in panca, offrendo un vano nella struttura di circa 5 cm, utilizzabile come contenitore. Il progetto, che sfrutta le potenzialità di un materiale industriale dozzinale, conferma la coerenza di Paolo Ulian, da sempre impegnato nella valorizzazione di materie povere o di scarto.
Fluxus
Fluxus



Lampada da tavolo progettata da Paolo Ulian e prodotta da Luminara


motivazione: La lampada si compone di una base circolare in alluminio anodizzato, da cui si innalzano quaranta tubicini in vetro Pirex trasparente. Ogni singolo tubo, curvato nella parte intermedia, può ruotare su se stesso di 360°. Pertanto la composizione della lampada può assumere forme diversificate.
X9 500
X9 500



Scooter progettato da Centro Stile R&D Piaggio e prodotto da Piaggio & C.


motivazione: Modello di scooter di cilindrata inferiore. Rappresenta una tipologia innovativa di scooter Gran Turismo ''mezzo litro''. Unisce un'elevata qualità nelle soluzioni tecniche, come l'impianto frenante a tre dischi con sistema di frenata integrale o il motore a iniezione elettronica di buone prestazioni e emissioni contenute, all'attenzione al comfort di guida e alla vasta dotazione di accessori. Il design è risolto con grande attenzione all'ergonomia, alle soluzioni per la strumentazione di bordo e nell'ottica, per un disegno complessivo slanciato, ma risultato anche di un puntuale lavoro sull'aerodinamica.
Trail
Trail



Lampade per l'ufficio e il lavoro progettate da Lapo Grassellini e Paolo Targetti, prodotte da Targetti Sankey


motivazione: Sistema modulare costituito da una trave scatolare in acciaio, a facce interne luminose. Disponibile in quattro differenti moduli, posizionabile in ogni direzione e attrezzarle con proiettori orientabili predisposti per lampade alogene e a scarica. La distribuzione dei gruppi ottici sulla trave è variabile in quantità e distribuzione, per favorire la massima versatilità. Il sistema si presta a molteplici configurazioni: trave, pilastro, mensola, elemento a parete, in aggregazione o in soluzione singola. Il sistema è a norma EN 60598-1 e UNI 10671.
Don Giovanni
Don Giovanni



Imbarcazione a motore progettata da Tommaso Spadolini e prodotta da Apreamare


motivazione: Imbarcazione a motore per piccole crociere, di 10,75 metri di lunghezza. È la somma di un elegante disegno e di tecnologia in cui si evidenzia un uso sapiente di legni pregiati. Le linee morbide e curve conferiscono a questa imbarcazione un'indiscutibile personalità e fascino tanto da farne la barca immagine del cantiere sorrentino. I due motori da 420 cavalli con cambio a due velocità consentono di raggiungere i 38/40 nodi. È una barca progettata per chi ama il mare e vuole intraprendere piccole trasferte senza rinunciare a stile e comfort. Gli interni sono concepiti come un unico e ampio spazio dove gli arredi sono realizzati con essenze pregiate. Il bagno è dotato di vari comfort oltre che di una funzionale cabina doccia. La carena DEEP V planante assicura un ottimo equilibrio tra gli spazi interni e la stabilità e tenuta in mare.
Kirribilli
Kirribilli



Imbarcazione a vela progettata da Renzo Piano Building Workshop, Renzo Piano e Emanuela Baglietto, Vismara Yacht Design e prodotta da Mas


motivazione: Imbarcazione a vela da crociera veloce, di 18,60 metri di lunghezza. Riunisce le caratteristiche dei maxi yacht da regata ai raffinati dettagli dei J Class anni Trenta. Particolarmente innovativa è la coperta flush deck, realizzata in carbonio per abbassare il centro di gravita. Il teak a doga stretta che la ricopre ha un'anima di 40 mm di spessore così da inserire, tra le due "pelli", i cavi elettrici, le drizze, le scotte e gli scoli dei boccaporti. Particolari importanti sono anche la ruota monorazza con un piccolissimo pozzetto e l'albero alare rotante. Il piano velico presenta una randa avvolgibile nel borra, molto allunata grazie all'assenza del paterazzo. La disposizione degli interni prevede, senza concedere spazio al superfluo, un salone centrale con funzione di agevole punto d'incontro. Una soluzione particolare è nella scelta di distanziare gli arredi dalla struttura, invece che incassarli.
 
 
« precedente pagina | 01 | di 01 successiva »
 

 
ADI Awards / ADI Design Index


 ADI DESIGN INDEX 
Quali regole, come partecipare

 COSA È L'ADI DESIGN INDEX 

Presentazione del premio (. pdf)
 GENERALITA' 
L'ADI Design Index
 UNA PATRIMONIO QUALITATIVO 
Finalità dello strumento di selezione

 OSSERVATORIO PERMANENTE 
Attività dell'Osservatorio permanente

 TOSCANA ADI INDEX 2015 
Le nomination '15 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2014 
Le nomination '14 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2013 
Le nomination '13 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2012 
Le nomination '12 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2011 
Le nomination '11 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2010 
Le nomination '10 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2009 
Le nomination '09 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2008 
Le nomination '08 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2007 
Le nomination '07 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2006 
Le nomination '06 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2005 
Le nomination '05 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2004 
Le nomination '04 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2003 
Le nomination '03 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2002 
Le nomination '02 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 2000 
Le nomination '00 dei prodotti della Regione

 TOSCANA ADI INDEX 1999 
Le prime nomination regionali per il biennio 1998-'99 nel volume a cura dell'Osservatorio permanente sul design italiano
ADI :: via Bramante 29 - 20154 Milano | Delegazione Toscana: via Vittorio Emanuele 32 - 50041 Calenzano (FI) - info@aditoscana.it